| Altro

Vien de Nus

La leggenda narra che già Ponzio Pilato apprezzasse il vino a base di Vien de Nus

E', insieme al Petit rouge, il vitigno autoctono a bacca rossa più coltivato e diffuso in  Valle d'Aosta. Conosciuto dai "vignerons" anche come "Gros vien" o "Gros rodzo", il Vien de Nus, è un vitigno di buona vigoria che occupa un'ampia area di  coltivazione che si estende da Donnaz a Avise, su entrambi i versanti orografici della Dora Baltea, fino ad altitudini di circa 750 metri.

E' uva base di alcuni vini rossi Valle d'Aosta DOC tra cui il Nus Rouge per il 40%.

Le uve di Vien de Nus, vinificate in purezza, originano un vino dal colore rosso violaceo carico, tendente al granato con la maturazione; il profumo esprime vinosità persistente; al palato si rivela di corpo leggero eppure morbido.  E' vino da non affinare oltre i due anni dalla raccolta.

La leggenda narra che già Ponzio Pilato apprezzasse questo vino. E' un vino di buona armonia, piacevolmente asciutto. Servito a tutto pasto, ottimo con le carni, ben si abbina con motsetta, salumi locali, Fontina e pane nero.

Informazioni sui vini
Doc prodotte
Rossi