| Altro

ChardonnayBianchi

Vitigni
Vitigni
Percentuali
min 85% Chardonnay, max 15% altri vitigni a bacca bianca
Dettagli

Lo Chardonnay è uno dei vitigni di carattere internazionale che meglio si sono adattati alle condizioni pedoclimatiche della Valle d'Aosta. Vitigno plastico, utilizzato per produrre vini giovani, freschi e fruttati.

Può generare, con vendemmie tardive, dei vini bianchi complessi e strutturati da fermentare e maturare in legno.

Sistema colturale: filare basso con potatura guyot.

Produzione DOC consentita: 110 quintali di uva per ettaro.

Resa di vinificazione: 70% sul raccolto per la versione base, 50% per le vendemmie tardive.

Vinificazione: tradizionale in bianco talvolta con macerazione pellicolare.

Superficie: superficie iscritta  all'albo vigneti per la DOC ettari 10,12 (anno 2004).

Produzione: dichiarata per la DOC ettolitri 508 (anno 2003).

Colore: giallo paglierino.

Profumo: intenso, fruttato caratteristico, con sentori di pepe verde e buccia di agrumi.

Gusto: sapido, asciutto, pieno, con sfumature di vaniglia e spezie quando affinato in legno.

Grado alcolico: 12°-13,5° per la versione base, 14,5°-15,5° nella versione vendemmia tardiva.

Acidità: minima 4,0 gr. per litro espressa in acido tartarico.

Come si serve:
Data la sua versatilità, è un bianco da tutto  pasto: può accompagnare, a seconda delle versioni, sia piatti semplici che portate più impegnative.

Va servito freddo, a 8°-10° C. La versione vendemmia tardiva è un eccellente vino da meditazione che ben si abbina a pasticceria e frutta secca o con formaggi stagionati ed erborinati.

Produttori

Bonin Dino

Itinerario 5Viticoltore privato Arnad
Azienda vinicola e distilleria di Bonin Dino
L'Azienda è in grado di offrire una gamma di vini che copre l'arco completo di un pasto, dagli aperitivi ai dolci.

Chateau Feuillet di Fiorano Maurizio

Itinerario 2Viticoltore privato Saint-Pierre
Chateau Feuillet
L'azienda nata nel 1997 produce ormai 5 DOC ed è sul mercato con 18.000 bottiglie.

Di Barrò di Elvira Stefania Rini

Itinerario 2Viticoltore privato Saint-Pierre
Di Barrò
Il nome dell'azienda in patois significa 'dai/dei barili' che venivano utilizzati per trasportare in cantina l'uva spremuta in vigna.

Feudo di San Maurizio di Vallet Michel

Itinerario 2Viticoltore privato Sarre
Feudo di San Maurizio
La storia del 'Feudo di San Maurizio' nasce nel 1989 da un sogno-scommessa di tre amici: produrre vino di qualità a Sarre.

La Kiuva

Itinerario 5Cantina cooperativa Arnad
Arnad, Valle d'Aosta: Cooperativa La Kiuva
La cooperativa nasce nel 1975: sette comuni coinvolti con una produzione annua che sfiora le 70.000 bottiglie.

La Source

Itinerario 2Viticoltore privato Saint-Pierre
Vigneti Saint Pierre, Valle d'Aosta
L'azienda, di proprietà della famiglia Celi-Cuc, ha un'estensione di circa 6,5 ettari investiti a vigneto specializzato DOC.

L'Atoueyo di Saraillon Fernanda

Itinerario 2Viticoltore privato Aymavilles
L'Atoueyo, Aymavilles: Fernanda Saraillon
L'azienda utilizza come proprio simbolo l'Atoueyo, termine dialettale con il quale si indicano i piccoli oratori disseminati lungo i sentieri.

Les Crêtes

Itinerario 2Viticoltore privato Aymavilles
Les Crêtes
L'Azienda vitivinicola Les Crêtes gestisce 25 ettari di vigneto, distribuiti in cinque comuni del territorio di montagna valdostano.

Rosset Nicola

Itinerario 3Viticoltore privato Quart
Rosset Nicola: produttore vino
L'azienda produce annualmente circa 20.000 bottiglie, è aperta al pubblico ed organizza degustazioni per gruppi.